Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Sostieni ricostruzione Aleppo
Aleppo 2

La Fondazione Novae Terrae ha iniziato lo scorso novembre 2017 un progetto per sostenere la ricostruzione della Cattedrale della Vergine Santa di Aleppo nella devastata Siria e sostenere la minoranza cristiana lì. Negli ultimi mesi siamo stati in stretto contatto con l'arcivescovo di Archeppo greco-cattolico melchita di Aleppo, Archeparch Jean-Clément JEANBART.

Luca Volontè e Arcivescovo Aleppo

Tra il 19 luglio 2012 e il 15 dicembre 2016 a Aleppo sono state uccise 31.000 persone, il 76% di tutte le vittime sono civili

Il conflitto in Siria è iniziato il 15 marzo 2011 e da allora il conflitto ha portato alla morte di quasi 250.000 persone, con quasi 3 milioni di rifugiati siriani in fuga verso i paesi vicini per sfuggire alle violenze. Prima dell'inizio del conflitto nel 2011, il numero totale di cristiani siriani contava circa 2,4 milioni o l'11-12% della popolazione: 1,1 milioni di ortodossi greci, 700.000 siriani ortodossi, 70-100.000 Cristiani armeni (apostolici e cattolici) e 400.000 cattolici di vari riti. Non è chiaro quanti cristiani siano fuggiti e siano rifugiati nei paesi della Siria. Ma sappiamo che la maggior parte dei cristiani non è stata in grado di fuggire dal conflitto e vive nelle città devastate. Aleppo aveva una volta una delle più grandi popolazioni cristiane e tutti noi sappiamo quanto soffrono i cittadini di quella città che hanno esperienza in quasi 7 anni di conflitto.

L'Arciaparchia di Aleppo è una delle più antiche del Patriarcato melchita di Antiochia.
L'eparchia di Berea (antico nome di Aleppo) ebbe la sua origine risale al Primo Concilio di Nicea (325).
L'eparchia di Aleppo fu elevata al grado di archeopia nel sesto secolo
y

Ci sono molti bisogni in Siria, e in particolare ad Aleppo, non possiamo provare a risolverli tutti, ma quello che cercheremo di fare è aiutare la ricostruzione di uno dei principali simboli cristiani in Medio Oriente, la Cattedrale della Santa Vergine di Aleppo. In risposta a questa crisi, in crescita crisi umanitaria, Novae Terrae farà appello a tutti i nostri amici in tutto il mondo per la ricostruzione della Cattedrale.

Questa cattedrale costruita inaspettatamente intorno al 1830 durante l'impero ottomano
che proibiva tutte le costruzioni di chiese, è stato un luogo in cui molti cristiani hanno ricevuto una moltitudine di benedizioni,
perché per secoli migliaia di pellegrini vanno a venerare la Madonna a cui è dedicata questa Cattedrale



Il nostro primo appello ha generato 5.000 euro da tutto il mondo, lo abbiamo inviato a loro a gennaio. Archeparch Jean-Clément JEANBART è venuto a Roma a febbraio e abbiamo potuto aggiornarci di persona sui loro bisogni e anche dare loro un assegno simbolico dei fondi che li avevamo inviati a gennaio.